Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su leggi di più.
Mastering
Italian Chinese (Simplified) English French German Hindi Japanese Portuguese Spanish

Mastering

 Qualche consiglio per meglio pianificare un lavoro di mastering 
Il mastering è una fase del lavoro di produzione di un CD Audio di cui si è molto parlato negli ultimi anni, molto si è detto sulle tecniche analogiche o digitali, sul suono di un particolare engineer o di un particolare studio di mastering e sul ruolo della relativamente nuova figura del mastering engineer (negli USA si masterizza da più di 30 anni!!). Molto meno è stato detto invece su quale sia il metodo migliore per coordinare un lavoro di mastering in termini di tempo, efficacia e pianificazione. Un comune denominatore di molti lavori di mastering è il poco tempo a disposizione; questo purtroppo per la concomitanza di molti fattori, come ad esempio un eccessivo ottimismo da parte di chi prenota (che a volte è una persona poco legata alla produzione artistica dell'album).

Spesso si tende a vedere l'album come un'insieme di versioni di mix già definitivi, mentre a volte sono necessari editing se non addirittura risincronizzazioni e mix di intere parti vocali o strumentali.Non meno spesso accade invece che chi prenota avrebbe l'intenzione di usare tutto il tempo necessario, ma per mancanza di sufficente preavviso non sono disponibili i pochi giorni utili per il mastering prima della dead-line di consegna dei masters alle fabbriche. A volte riceviamo una richiesta con solo un paio di giorni di anticipo e (fortunatamente!) non sempre è possibile soddisfarla. La fase di mastering deve fare anche i conti con i ritardi accumulati nella fase di registrazione e di missaggio e può succedere anche che alla fine....... Non c'è più tempo per il mastering!

Alcuni consigli che possiamo darvi per evitare questi problemi:
Il Mastering è l'ultimo stadio creativo nella produzione di un album;
tutte le decisioni definitive ancora da prendere devono essere affrontate in questa sede, quindi, per sua natura è un lavoro difficilmente pianificabile.
Anni di esperienza ci suggeriscono però che per un album di 10/12 canzoni, senza problemi particolari e con produttore non devastato da dubbi amletici, sono necessarie diverse ore, escludendo i tempi di scrittura dei CD-r o dei Master per la stampa.
Se vanno fatti molti editing, sui quali magari c'è ancora qualche indecisione, e/o montaggi di più versioni dello stesso mix, e se sono necessarie risincronizzazioni di voci o non si è soddisfatti dei missaggi e si intende fare un mastering che vada oltre le normali esigenze, allora sono necessarie molte più ore.Il nostro consiglio è di scegliere lo studio di mastering che si vuole utilizzare prima o appena cominciata la fase di missaggio.

Nel caso la scelta sia di utilizzare l'Amarcord Studio vi consigliamo di chiamarci al più presto (anche con mesi di anticipo) e di opzionare il tempo necessario nel periodo prescelto. Sarà poi nostra cura ricontattarvi man mano che ci si avvicina alla scadenza per meglio definire le date e il tempo necessario. Un'opzione non è poi così vincolante, ma aiuta voi e noi a meglio pianificare il giorno del mastering, lavorando meglio e lasciando tutti soddisfatti.

Dopo il mastering di un album sarebbe ideale che restassero ancora dei giorni di tempo prima della consegna dei masters per la stampa, per poter riascoltare con gli ascolti più comuni e familiari il CD-r del lavoro masterizzato. A prescindere dalla natura del mastering, sulla quale c'è sempre molto controllo da parte nostra, possono emergere piccoli dettagli da modificare come ad esempio il livello iniziale di una canzone, dei fade, qualche distanza tra le canzoni da correggere, ecc., ecc.Fare anche delle modifiche sostanziali può essere normale. 

Alcune grosse produzioni con open budget fanno anche più mastering in direzioni diverse prima di scegliere la versione definitivaUna volta approvata la versione definitiva dell'album si scrivono i master per la stampa. Questa è la fase più industriale del lavoro del mastering; infatti il livello di creatività necessaria scende a zero, ma è sempre importantissima la massima attenzione per evitare errori od equivoci difficilmente recuperabili. In questa fase il controllo del lavoro passa dal produttore artistico all'ufficio artistico della etichetta discografica. 

Per evitare fastidiose perdite di tempo bisogna tener presente che per la produzione dei Master sono necessarie: · La label copy per ogni formato di pubblicazione (CD, cassetta, vinile, Minidisc) e la divisione dei lati A e B per la cassetta e il vinile. · I codici ISRC delle canzoni contenute nell'album · I numeri di catalogo di ogni supporto pubblicato · I codici a barre di ogni supporto pubblicato 

È possibile produrre i master anche senza le suddette informazioni, ma a nostro avviso è fortemente sconsigliabile. Innanzitutto perché le informazioni mancanti non verranno codificate digitalmente sul supporto di stampa, e inoltre perchè il master serve anche come archivio storico dell'album, ed è quindi buona norma archiviare master completi di ogni informazione accessoria.

Questi pochi consigli, che nascono dalla nostra esperienza di tutti i giorni, possono servire a tutti coloro che entrano in contatto con il processo del mastering, per coordinare al meglio tutti gli elementi necessari e per evitare contrattempi inutili e fastidiosi.